E dai jà ... teniamoci in contatto con i social, mi raccomando!

Gastroculture

L’Evoluzione dell’extravergine

Evoluzione è meglio di Rivoluzione! E’ forse la frase che meglio racchiude Evoluzione – Percorsi per l’extravergine di qualità – evento organizzato da La Pecora Nera Editore e Oleonauta per far incontrare i produttori di olio extravergine d’oliva di qualità di tutta Italia e il mondo della ristorazione, appena conclusosi a Roma, nelle sale dell’Hotel Savoy. (more…)

Piccola guida alla cucina bulgara

La Bulgaria è forse il meno conosciuto dei paesi dell'ex blocco dell'Unione Sovietica; è una terra che riserva non poche sorprese, a livello paesaggistico, culturale e gastronomico, crocevia, dai tempi degli antichi Romani, della rotta balcanica verso est. (more…)

Gozo: see, eat, sea!
Read More

Malta ha sempre esercitato su di me quello strano fascino dei microstati per i quali ti chiedi come sia possibile che un’isola, poco più grande di quella dove andavi a far le vacanze da piccolo, sia uno stato, in tutto e per tutto. (more…)

Pallotte abruzzesi cacio e uova
Read More

Le pallotte cacio e uova – pallotte cace e ove – tipiche dell’appennino Abruzzese, rappresentano l’emblema di una cucina semplice, basata su ingredienti poveri. Una ricetta in cui si fa addirittura a meno della carne, rimpiazzandola con pane raffermo e pecorino, solo un uovo a legare. (more…)

Il dilemma della cottura al cuore

Chi ama cucinare e mangiare carne, già da qualche tempo, ha abbandonato il vecchio concetto di cottura inteso come combinazione di temperatura (del forno, della piastra, ecc.) e di tempi di cottura. Il vero appassionato sa infatti che dovrà confrontarsi con un solo e fondamentale parametro: quello della temperatura al cuore. (more…)

Cucinare con la Fisica

Quando cucino, nella mia bistecca preferisco far denaturare le miosine e il glicogeno; per quanto riguarda le mio-globine e actine… beh, parliamone! Certo, sembra un bel rompicapo, ma per essere certo che la bistecca in questione sia perfetta, basta risolvere un’equazione, quella della diffusione del calore. (more…)

Etimologie gastronomiche

Lo straordinario patrimonio gastronomico italiano si compone anche di piatti i cui nomi non danno immediatamente l’idea di cosa si stia per mangiare, quando non si tratti addirittura di nomi fuorvianti. Abbiamo ricostruito l’origine di alcune pietanze per voi. (more…)

Il Reinheitsgebot: mezzo millennio di purezza brassicola

Siamo a Monaco, in Baviera, nella prima decade del 1500. Ludovico X e Guglielmo IV principi di Baviera hanno da poco unificato i principati di Alta e Bassa Baviera, dopo la morte del padre Alberto IV di Wittelsbach, Duca di Baviera, detto il saggio. (more…)

Tapeando a Barcellona

Gli spagnoli, in ogni angolo della penisola, hanno affinato la nobile arte di tapeàr, del cibo da spilluzzicare con le mani, rigorosamente tra amici, rigorosamente assieme ad una fresca birra o un buon bicchiere di vino. Vediamo come usare al meglio le nostre dita a Barcellona, assieme a qualche indirizzo dove nutrire anche la mente. (more…)

Cha-No-Yu: istruzioni per l’uso

Il bello di viaggiare è entrare in contatto con tradizioni e riti che non ci appartengono: è un modo per crescere ed arricchirsi. Certo, può esserci qualche inconveniente: potreste non sapere come comportarvi esattamente in una determinata situazione non proprio familiare, come nel caso del cha no yu. (more…)

Piccola guida ai coltelli Giapponesi

Un vero must per gli amanti della cucina: i coltelli giapponesi rappresentano un punto d’arrivo per l’attrezzatura da cucina, dal semplice appassionato fino agli chef stellati. Con la disponibilità pressochè illimitata e la scelta quasi infinita che i siti web offrono, quale scegliere? (more…)

Sua maestà la fiorentina

Il suo nome - perchè di nome si tratta e non di aggettivo - oramai è sinonimo di bistecca; un vero orgoglio italiano e vanto della cucina toscana: sua maestà la Fiorentina. (more…)

Le fumose origini del barbecue

Quando si parla di cultura gastronomica statunitense, in Europa siamo soliti farci scappare un sorrisino; esiste tuttavia un cibo del territorio, che storicamente e culturalmente risiede nel sud degli Stati Uniti, che impiega legna, fumo e tempi lunghi di preparazione delle carni. (more…)

Un tè da mangiare

I Bahamar – i Birmani – sono tra le poche popolazioni al mondo che si cibano della pianta del tè, oltre a berne l’infuso. Si tratta di un rito millenario, che riveste un ruolo di primo piano nella cultura del paese. (more…)

Vincenzo Corrado cuoco galante

Nella capitale borbonica, nella seconda metà del ‘700, una vera e propria “star dei fornelli” diletta le mense aristocratiche, negli anni che precederanno l’insurrezione giacobina e la breve parentesi della Repubblica di Napoli. (more…)

Il caciofiore e il suo presidio

Nel 50 d.C. Lucio Giunio Moderato Columella – nel suo trattato di agronomia De Re Rustica – descriveva la cagliatura di un formaggio mediante l’uso di caglio vegetale. Quel formaggio esiste ancora; si chiama Caciofiore e quello della campagna romana è un Presidio Slow Food. (more…)

Il baccalà e la sua confraternita

Una serissima goliardia: potremmo riassumere così la passione e la dedizione profusa dalle tante confraternite a carattere gastronomico. E, in tempi di omologazione e globalizzazione, tanto amore nella difesa del proprio piatto del cuore me le fa apparire ancora più simpatiche. (more…)

Piccola guida alla cucina degli avanzi

Partiamo da un punto di vista particolare: quello del sottoscritto; la mia cucina degli avanzi è quella del Lunedì, quando hai cucinato davvero tanto – troppo – la Domenica, oppure quella del giorno successivo all'ultima cena che hai preparato per gli amici. (more…)

La vongola viet + Buon Natale

Qualche tempo fa ho fatto uno dei viaggi più straordinari - a livello gastronomico, ma non solo - che si possa immagginare: un bel Nord-Sud del Vietnam, in cui ho assaggiato l'impossibile, serpenti compresi.  Il Vietnam è considerato un po' l'Italia dell'Asia ed è famoso per la freschezza dei suoi ingredienti; fino a 30 anni fa i ristoranti si concentravano solo intorno ai mercati. (more…)